È un vino prodotto in zona D.O.C. “ISONZO del Friuli” in località San Quirino, comune di Cormòns 

UVE DA CUI È PRODOTTO: Refosco dal peduncolo rosso varietà indigena 

ANNO DI IMPIANTO: 2004

FORMA DI ALLEVAMENTO: GUYOT 

TERRENO: GHIAIA E TERRA ROSSA 

 VENDEMMIA: 2013  

RESA PER ETTARO   40 ql/ha 

VINIFICAZIONE: IN ROSSO MACERAZIONE  25 GIORNI A TEMPERATURA CONTROLLATA SOTTO I 28°C

AFFINAMENTO : IN BOTTI DI LEGNO NUOVE ED USATE, BARRIQUE DI ROVERE SIA FRANCESE CHE SLAVO

CARATTERISTICHE ORGANOLETTICHE:

Colore rosso porpora con riflessi viola-neri quasi impenetrabile,aromi speziati di incenso,cioccolato,mallo di noce, frutti di bosco a bacca nera e mosto di uva selvatica.

In bocca molto morbido quasi setoso, ma potente e largo. Si nota la giovane età delle piante da cui proviene per una non esagerata profondità, le premesse sono comunque molto buone. Potrebbe durare tranquillamente 15-20 anni 

Il vino non subisce alcuna filtrazione, in bottiglia si possono trovare dei sedimenti naturali.     

ABBINAMENTO CONSIGLIATO:

è indicato per piatti da carni rosse, arrosto,piatti speziati anche medio orientali. 

TEMPERATURA  DI  SERVIZIO: 16-17° gradi e lasciarlo aprire lentamente.

Il Nero di Botte (Refosco dal Peduncolo Rosso) nasce da un foglio bianco e un sacco di discussioni ma alla fine non è altro che: pura e libera espressione di un idea. Un vino suadente, quasi sexy, speziato, intenso, emozionale.

L’etichetta  vuole  ricordare  lo spirito  goliardico  del  vino  che  non  è  solo classe,  finezza  ed austerità, ma  prima di tutto è divertimento,è puro piacere da condividere con chi ti pare, meglio ancora con chi ami. Vuole ricordare le battaglie di tutti i giorni, per riuscire nelle proprie imprese ed  anche ironizzare  sul eccessiva seriosità del nostro ambiente. Perché una bottiglia di vino difficilmente ti salva la vita, semmai te la rende più piacevole.